Diritto e tecnologia

Corso di Laurea in Diritto e tecnologia

La rivoluzione digitale esige la formazione di figure dotate di competenze giuridiche, con una profonda consapevolezza del funzionamento dei mercati, delle nuove tecnologie e in particolare dell’informatica. Il percorso intreccia gli insegnamenti giuridici con quelli informatici ed economici, generando competenze in serrato dialogo con l’avanzamento tecnologico.

 

 


 

Corso di laurea
Classe: L-14
Scuola: Giurisprudenza
Dipartimento: Diritto pubblico, internazionale e comunitario
Durata: Tre anni
Luogo: Padova
Accesso: libero
Coordinatore del Corso: Andrea Pin

IL CORSO IN BREVE

Il nuovo Corso di laurea in Diritto e tecnologia forma figure professionali dotate di una preparazione approfondita negli ambiti del diritto coinvolti oggi nella rivoluzione tecnologica, figure capaci di coniugare competenze e abilità informatico-digitali con una profonda conoscenza del fenomeno giuridico.

Innovativo per l’offerta didattica proposta, ricercata e trasversale, il Corso, che fa capo alla Scuola di Giurisprudenza, integra componenti diverse: di tipo informatico, prettamente ingegneristico, ma anche economiche e aziendali.

Con l’obiettivo di preparare studentesse e studenti a inserirsi agilmente nel mondo del lavoro, è fortemente focalizzato sugli aspetti giuridici delle nuove tecnologie informatiche, ma fornisce allo stesso tempo anche una formazione adeguata al proseguimento degli studi tramite la laurea magistrale in Economia e Diritto e in Data Science. Il Corso, della durata di tre anni, propone infatti, dopo un biennio comune, la possibilità di scegliere tra tre macroaree disciplinari differenti (digitale, economica, giuridica).

Chi si laurea, come figura esperta in Diritto e tecnologia, è in grado di inserirsi nelle realtà produttive private, nel mondo delle professioni intellettuali e nelle pubbliche amministrazioni, operando negli ambiti connessi ai temi della privacy, della sicurezza, dell’uso dei media, dei rapporti con la clientela, delle strategie di fidelizzazione, della digitalizzazione dei processi amministrativi.

Abbinando lezioni frontali in aula con esercitazioni pratiche, discussioni ed esperienze dirette in ambiente informatico, le studentesse e gli studenti ricevono una formazione interdisciplinare di base e, contemporaneamente, insegnamenti specifici diretti ad approfondire la conoscenza dei profili giuridici del digitale sotto l’aspetto deontologico, privatistico, commerciale, costituzionalistico, penale ed europeistico. La proposta formativa, fortemente declinata all’internazionalizzazione, garantisce inoltre insegnamenti in lingua inglese e la presenza di personale docente e studiosi internazionali chiamati a cooperare nell’attività didattica.

  Struttura del corso

1° e 2° anno (percorso comune): le studentesse e gli studenti apprendono i profili del diritto e dell’etica relativi al digitale e all’informatica, nei campi pubblicistico, privatistico, filosofico e storico; acquisiscono un indispensabile alfabetismo informatico e tecnologico e ne approfondiscono alcune tematiche (blockchain e web); familiarizzano con argomenti-chiave della dimensione aziendale (mercati digitali; contabilità e compliancefintech). 

3° anno: è previsto uno stage e si opta per uno tra i percorsi:

  • tecnologico, che affronta i temi più attuali della digitalizzazione e dell’AI
  • economico, che approfondisce gli aspetti aziendali ed economici legati alla rivoluzione tecnologica
  • giuridico, focalizzato sulle più attuali problematiche giuridiche derivanti dall’impatto dell’informatica sulla società e le istituzioni

  Dopo la laurea

Il titolo di laurea consente di lavorare come consulenti o dipendenti di aziende pubbliche o private in qualità di data protection officer e nel campo di compliance, sicurezza, uso dei media, rapporti con la clientela, strategie di fidelizzazione o di digitalizzazione dei processi amministrativi. È inoltre possibile intraprendere la professione di consulente in proprietà industriale.

La laurea consente di proseguire gli studi tramite una laurea magistrale in Economia e Diritto o in Data Science.

 

L'iscrizione è ad accesso libero, previo il sostenimento del TOLC-SU o TOLC-E.

Avviso di ammissione ai corsi di studio della Scuola per l'a.a. 2020/2021

Le lezioni si terranno a palazzo Bo - Padova.

 Per accedere al Corso di studi, che non prevede accesso programmato, è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo conseguito all'estero e considerato idoneo.