Presentazione - Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Treviso) - c.d. "Giurisprudenza 2.0"

Durata:  5 anni
Classe:   LMG/01 - Giurisprudenza
Sede:  Complesso san Leonardo a Treviso
Presidente:  prof. Paolo Moro (paolo.moro@unipd.it)
Dipartimento di riferimento:  Dipartimento di Diritto privato e critica del diritto (DPCD) - Corso a rilevanza interdipartimentale.

Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza, orientato al commercio internazionale, produzione agroalimentare, finanza, contrattualistica e attività d'impresa.
L’offerta formativa propone stage in azienda come parte integrante del percorso di studi, corsi interdisciplinari che consegnino agli studenti una visione d'insieme dei fenomeni; summer e winter schools con focus su aspetti delicatissimi e cangianti delle professioni e degli scenari economico-sociali, con protagonisti d'eccellenza, italiani ed esteri.

Requisiti d’ingresso
Gli studenti che intendono iscriversi a questo Corso devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.
Gli studenti saranno sottoposti a un test di accesso indirizzato ad accertare e a valutare il grado di cultura generale, la predisposizione all'uso della logica, nonché la sensibilità per i problemi politici, sociali ed economici.
Qualora il risultato della prova di ammissione sia insufficiente, allo studente viene assegnato un obbligo formativo aggiuntivo (OFA).

Modalità di ammissione
Per assolvere l'OFA, lo studente deve frequentare obbligatoriamente un corso propedeutico di elementi di logica, metodologia e introduzione alle scienze giuridiche che si svolgerà prima l'inizio delle lezioni, e superarne la prova finale.
Nel corso dell'anno accademico la prova conclusiva del pre-corso verrà riproposta almeno un'altra volta a coloro che non l'avessero ancora superata.

Obiettivi formativi specifici e descrizione del percorso formativo
I laureati saranno in grado, già alla conclusione del Corso, di proporsi come professionisti del diritto (giuristi d'impresa, anche specialisti in ambito internazionale), capaci di inquadrare, affrontare e risolvere con capacità operative concrete problemi giuridici attinenti al campo della attività di impresa, della contrattualistica, del commercio internazionale, della finanza, della produzione agroalimentare, della mediazione, della risoluzione alternativa delle controversie, confermando altresì la possibilità di inserirsi, con una formazione però più attenta alla concretezza delle necessità e dei tempi della modernità, nel solco più tradizionale delle attività professionali giuridiche. Inoltre i laureati, dopo un periodo di tirocinio, potranno sostenere gli esami di Stato per accedere alle professioni di avvocato o di notaio oppure partecipare ai concorsi per diventare magistrati.
Il Corso si muove in una prospettiva strutturalmente transnazionale, focalizzando la propria offerta formativa sulla capacità di sviluppare una rete internazionale di rapporti economici, istituzionali, scientifici sociali. A questo scopo offre periodi di internazionalizzazione per i propri studenti attraverso la mobilità Erasmus e una presenza significativa di docenti ed esperti del mondo dell'economia e delle istituzioni dall'estero, che vengono coinvolti in lezioni e seminari.
In particolare, oltre agli obiettivi qualificanti della classe, il laureato sarà in grado di:
- comprendere e valutare i principi ed istituti di diritto positivo avvalendosi anche di tecniche e metodologie casistiche;
- predisporre atti giuridici in ambito negoziale, processuale e/o amministrativo;
- affrontare con capacità critica e consapevolezza dei risvolti concreti, l'analisi casistica e la qualificazione giuridica di fatti e fattispecie;
- esporre appropriatamente, oralmente e per iscritto, problematiche giuridiche complesse e di indicare le loro possibili soluzioni.

Ambiti occupazionali
Il titolo consente di accedere alle professioni di avvocato, notaio, magistrato. I laureati in giurisprudenza possono diventare esperti legali nel settore pubblico e privato.
La caratterizzazione innovativa del percorso didattico può a sua volta offrire importanti opportunità verso le nuove realtà professionali richieste nel mercato del lavoro.

Altre informazioni
- E' possibile iscriversi a singoli insegnamenti
- E' data allo studente lavoratore la possibilità di iscriversi “a tempo parziale”